Ringrazio tutti quelli che visiteranno il mio blog.


Il fiore d' oro

Oggi vi vorrei parlare del crisantemo un fiore poco apprezzato , 
ma protagonista dell' autunno .
Ci ricordiamo di questo fiore solo in occasione dell' 1 e 2 novembre , 
i giorni dei Santi e dei defunti. 
Invece e' un fiore molto bello, il suo nome deriva dal greco, 
chrisos ( oro ) e anthemos ( fiore)
per cui il nostro declassato crisantemo e' un "Fiore d'oro".

La sua storia e'antichissima, i cinesi lo coltivavano da secoli, ci sono testimonianze 
scritte, come quella di Confucio, di 500 anni prima di Cristo.
Viene raffigurato sulle lacche, stoffe, ceramiche e' simbolo di luce , vita e immortalita'. 
I Giapponesi lo festeggiano il 9 settembre con la "Festa dei Crisantemi".
I giapponesi lo conobbero nel 300 dopo Cristo, e per la disposizione dei petali a 
raggiera e per i sui caldi colori lo paragonarono al sole ,
e lo associarono alla figura dell ' imperatore, che era considerato diretto 
discendente della dea del sole Amaterasu.
 

Il crisantemo e' il fiore nazionale del Giappone, viene usato nelle cerimonie solenni, 
per ornare feste , matrimoni e vetrine.

In giapponese viene chiamato Giku , i suoi petali e foglie vengono usati in cucina. 
I petali vengono fritti e messi nelle insalate.
 Dalle foglie si ricava un succo 
e trasformate in te' danno una bevanda con proprieta' rinvigorente e ringiovanente.

In Europa arrivo' alla fine del ' 700. 
Per la sua fioritura invernale e in prossimita' della ricorrenza dei defunti , 
e' stato fatale che nei paesi europei di origine cattolica , 
da emblema della vita per gli orientali sia passato a emblema della morte.

Nonostante tutto il suo fascino dorato non sfuggi' a pittori della fine dell' 800 e 
dei primi del '900, che lo dipinsero in tutta la sua bellezza, quali Degas , 
Monet , Cezanne e Picasso.
  
Cezanne                      Degas
 
Monet

In Italia la sua coltivazione si e' sviluppata nei primi del ' 900 , soprattutto in Liguria, 
Toscana e nella zona pavese .
La lavorazione comincia a maggio con la messa a dimora delle talee, la concimazione 
e i trattamenti antiparassitari . 
Fino ad arrivare alla completa fioritura nel mese di Novembre .

Le varieta' dell' aspetto dei fiori sono diverse : 
a margherita , ad anemone, a fiore grande, a dalia, a pon pon e spider . 
Anche le sue colorazioni sono molteplici bianco, giallo, rosso , bordeaux e verde acido..

Il crisantemo e' un fiore poco costoso si parte da 0,70 centesimi a 2/3 euro a fiore, 
e' molto decorativo e dura anche 2 settimane se si cambia l'acqua ogni 2 giorni.

Apprezziamo quindi di piu' questi fiori di Novembre , e' il loro momento ,
 i loro colori luminosi ravvivano giardini, orti e balconi, 
e danno luce ed allegria in questo grigia stagione
 



Questa recensione e' gia' stata pubblicata in altri siti