Ringrazio tutti quelli che visiteranno il mio blog.


ItalianAgroFood



Oggi vi vorrei parlare di :




ItalianAgroFood si occupa della vendita e fornitura di prodotti enogastronomici italiani di qualita'.
Lo scopo di ItalianAgroFood e' di salvaguardare i prodotti tipici del nostro territorio garantendone la qualita' e l'origine .

Tutti i prodotti provengono da agricoltura biologica e hanno un certificato di qualita':
-D.O.P. Denominazione di Origine Protetta
-I.G.P. Identificazione Geografica Protetta
-S.T.G. Specialita' Tradizionale Garantita


L'agricoltura biologica e' un tipo di agricoltura che vuole salvaguardare la salute della terra e di conseguenza quella dei suoi abitanti .
Non vengono usati fertilizzanti chimici, sono messi al bando gli O.G.M. (Organismi Geneticamente Modificati), viene effettuata  la rotazione delle colture per evitare che i parassiti si abituino alla stessa coltivazione.

I prodotti biologici fanno bene alla salute, e' provato che i prodotti nei quali vendono usati i pesticidi possono provocare malattie di origine nervosa.

Questi alimenti non fanno solo bene all' essere umano ma utilizzando questi prodotti si puo' ridurre l'inquinamento, si possono riportare all' origine antiche  coltivazioni come quelle del Kamut, Farro,  Miglio e Grano Saraceno , si puo' allevare gli animali in modo piu' rispettoso con possibilita' di muoversi e di vivere meglio, si puo' mantenere le produzioni artigianali e regionali riutilizzando vecchi sistemi di lavorazioni come per la pasta , le conserve , olio ed altro ancora.

L' ItalianAgroFood , ha una vasta scelta di prodotti biologici:

Olio extravergine d'olivaExtra Vergine Bio
Olio aromatizzatoAgrumi di Sicilia


Succhi di fruttaSucco di Lampone
Confetture Confettura di Fragole MieleMiele & Mandarino Cioccolate Cioccolata Golosa Caffe'Caffè Arabica 100%


Tutti i prodotti sono al 100% naturali, non hanno conservanti ne' coloranti .
Provengono da aziende del circuito di Campagna Amica della Coldiretti.
Sono preparati rispettando le norme igieniche e la  lavorazione garantisce il mantenimento delle loro qualita' organolettiche.

Se volete un assaggio dei prodotti 
vi e' un'offerta per un pacco degustativo che comprende:
- 1 vasetto di cioccolata bio a scelta
- 1 vasetto di caffe' bio
- 1 vasetto di miele aromatizzato a scelta
- 1 vasetto di confettura 100% naturale a scelta
- 1 bottiglia di succo di frutta 100% naturale a scelta
- 1 bottiglia d'olio D.O.P.
- 1 bottiglia di olio Bio
- 1 bottiglia di olio aromatizzato a scelta



Per dettagli visionare il link :
http://www.blomming.com/mm/lory62/items

Questo e' un primo resoconto di 
Seguitemi e prossimamente Vi  parlero' dei singoli prodotti  .

Tagliatelle di riso Venere "arrabbiate"

Oggi ho voluto provare una pasta diversa dal solito, la pasta con farina di riso Venere,
 con una mia nuova ricetta :


Tagliatelle di riso Venere "arrabbiate" 

Ingredienti per 3/4 persone:
1 peperone
1 cipolla
100 gr. di salamino piccante
1 peperoncino piccante
olio extra vergine d'oliva
sale 
1/2 litro di salsa di pomodoro
400 gr di tagliatelle di riso Venere

Preparazione:
Tagliate a pezzetti piccoli il peperone e  la cipolla .
Farli soffriggere in una padella con olio extravergine d'oliva.
Tagliate a cubetti il salamino piccante.
A meta' cottura aggiungere il salamino al soffritto di peperone e cipolla , lasciate cuocere a fiamma
 bassa per 10 minuti, unite il peperoncino piccante e lasciate cuocere per altri 5 minuti.

A questo punto unite la salsa di pomodoro, salate e lasciate sul fuoco per 20 minuti
 sempre a fiamma bassa.

Intanto fate bollire l'acqua per la pasta.
Le tagliatelle di riso Venere sono piuttosto sottili e si cucinano in 5 minuti.

Quando le tagliatelle sono cotte aggiungetele nella padella al sughetto e mischiate bene  il tutto.
Se vi piace potete aggiungerci un po' di parmigiano grattugiato o pecorino ..... e buon appetito !

La Peonia

"Sono petali di peonie ? No, sono riflessi dell' aurora sul mare della tranquillita'..." 
(Anonimo Cinese)

Tra da aprile fino a giugno possiamo ammirare questo bellissimo fiore : 
a Peonia
Questo fiore viene anche chiamato "la rosa senza spine" per la sua eleganza , 
per le grandi corolle e per il suo profumo. 

La peonia ha origini antichissime. In Cina erano conosciute gia' 1000 anni prima di Cristo, 
nel VI secolo furono poste sotto la protezione imperiale.
In Europa le prime notizie sulla Peonia risalgono al 1700 , vennero portate a Londra nei 
Giardini Reali di Kew.
Solo nel 1800 ne furono impiantate delle coltivazioni in Inghilterra , Francia e Stati Uniti.

Il suo nome deriva dal mito greco di Peone.
Peone figlio del dio della medicina, Asclepio, curo' con successo le ferite inferte da Eracle 
al dio dell' Oltretomba Ade. 
Ade per sottrarre Peone dall' invidia paterna , per riconoscenza lo tramuto' in una pianta 
bella e curativa.

La pianta della Peonia  puo'  essere di qualita' erbacea o arbustiva.
I suoi colori sono tantissimi bianco, rosa, corallo, giallo, porpora, fucsia ....
A ciascuno il suo colore preferito.

Il significato del fiore cambia dall' Occidente all'Oriente.
In Occidente la Peonia simboleggia il pudore, la timidezza.
In Oriente e' simbolo di raffinatezza e nobilta'

In quanto considerata la "rosa senza spine" e' anche un simbolo d'amore e viene regalata 
come buon auspicio per un lungo matrimonio.
Infatti ultimamente e' un fiore che spesso viene usato per i bouquet da sposa.

La notte dei Musei

Il Ministero dei Beni Culturali ha organizzato per il 18 maggio 2013  "La Notte dei Musei "

Un 'evento molto interessante per poter visitare i musei italiani dalle 20.00 alle 24.00  GRATUITAMENTE !

A Torino questi sono alcuni dei Musei che aderiscono all'iniziativa :

Palazzo Realehttp://www.ilpalazzorealeditorino.it/

Galleria Sabaudahttp://www.galleriasabauda.beniculturali.it/

Armeria Realehttp://www.artito.arti.beniculturali.it/

Museo della Sindonehttp://www.sindone.org/santa_sindone/scienza/00023975_Il_Museo.html

Museo Pietro Miccahttp://www.museopietromicca.it/

Palazzo Carignanohttp://www.museorisorgimentotorino.it/

Museo regionale delle Scienzehttp://www.regione.piemonte.it/museoscienzenaturali/

Museo del Carcere Le  Nuovehttp://www.museolenuove.it/

Villa della Regina - http://www.artito.arti.beniculturali.it//

http://www.artito.arti.beniculturali.it/

Bistecca di melanzana

Oggi vorrei farvi conoscere una ricetta semplice, gustosa e vegetariana adatta a questa stagione:


La Bistecca di melanzana

Ingredienti per 2 persone:
1  melanzana piuttosto grande
1 uovo
farina 
pane grattugiato
sale 

 Preparazione:
Tagliare a fette la melanzana (almeno 5 mm.) . Posizionarle su un colapasta a strati e tra uno strato e l'altro metterci un pizzico di sale, in modo che la melanzana lasci un po' d'acqua. 
Lasciatele a riposo almeno un 'ora.


Passata un'ora prendete le fette e infarinatele,



passatele poi nell'uovo sbattuto con un po' di sale


ed infine nel pane grattugiato.

Riscaldate il forno a 180° , in un teglia disponete la carta da forno, e adagiateci le fette di melanzana. Quando il forno e' caldo infornate per un 20 minuti max 30° , girando ogni tanto per farle cuocere da entrambi i lati.
Quando saranno dorate toglietele dal forno e ....buon appetito !

Queste bistecche vegetali possono mangiarsi calde un contorno di pomodori , insalata o anche fredde come antipasto .

Cuoricini di mais con cuore di prugna.

Oggi ho preparato dei biscottini molto buoni e di facile realizzazione.

Vanno benissimo per la Festa della Mamma, ma si possono anche fare per altre occasioni.


Ingredienti:

* 200 gr. di farina di mais per pasticceria
* 100 gr. di burro
* 80 gr. di zucchero
* 1 uovo
* 1 bustina di lievito per dolci
* marmellata di prugne (o a scelta una di vostra preferenza)

Preparazione:

In una ciotola lavorare lo zucchero con il burro, preventivamente ammorbidito a bagnomaria .

Riducete tutto a una crema uniforme e schiumosa e poi incorporatevi l'uovo sbattuto.

Unite poi a pioggia la farina di mais e il lievito.

Formate una pallina e mettetela in frigo per almeno un' ora.

Passata l'ora, spianate la pasta per uno spessore di circa 3/4 mm.

Con una formina a cuore fate i biscottini e poi al centro inserite la marmellata.

Su una teglia mettete un foglio di carta da forno e disponete i biscottini.

Preriscaldate il forno a 170°  e fate cuocere per circa 20 minuti .

Togliete dal forno , lasciate raffreddare e.......Buon appetito !!!

Per kira


Sei arrivata in un giorno d'aprile.

Con il tuo muso birichino, hai rivoluzionato la nostra vita, ma hai portato anche tanta gioia e allegria.


Chi ha detto che gli animali non hanno
 un' anima ? 

San Francesco li considerava suoi fratelli,come la natura e tutti gli esseri viventi.


E tu, mia Kira, nella natura annusi la gioia della liberta'.

Felice corri e salti in mezzo ai fiori, ma sempre con gli occhi attenti, per non perderci di vista.

Il sole, ci accompagna nel nostro cammino, fino al tramonto.

In lontananza, in tre formiamo una figura sola, con otto zampe , una coda ed un solo cuore, tutti insieme verso il viale di  casa.









(Lory M. maggio 2013)

Torta salata con carciofi e salamino piccante.


Questa torta salata e' molto buona io la faccio spesso in sostituzione della pizza al sabato sera
 o anche per quando devo fare delle gite fuori casa , al posto dei panini.

   Ingredienti:

*un rotolo di pasta foglia
*3/4 carciofi
*1 spicchio d'aglio
*del prezzemolo
*olio di oliva
*2 uova
* formaggio grattugiato (parmigiano o pecorino)
*sale
* pepe
* fette di salamino piccante

 Procedimento:

Pulite i carciofi e fateli a fettine.
In una padella con un po' d'olio oliva fate rosolare l'aglio tritato.

La ciambella della domenica.

Oggi volevo darvi una ricetta della ciambella molto buona per colazione della domenica.

Gli ingredienti sono:
250 gr. di farina
100 gr. di zucchero
3 uova
100 gr di burro
50 gr. di uva passa
1 mela
1 bicchierino di Limoncello
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata di un limone

Un' ora prima di incominciare a fare il dolce, mettete l' uva passa a mollo nel liquore mischiato
 a un po' di acqua , in modo che mi ammorbidisce.

Dividete le uova in tuorli e albumi .
Mischiate i tuorli d' uovo con lo zucchero. Intanto fate sciogliere a bagno maria il burro.
Setacciate la farina con il lievito di birra e aggiungetelo un po' alla volta ai tuorli d'uovo e lo zucchero.
Quando il burro si e' sciolto aggiungetelo, sempre un po' alla volta, all'impasto insieme  alla farina,
 in modo da non formare i grumi .
In una terrina montate a neve gli albumi con un pizzico di sale.
 Una volta montati aggiungeteli all'impasto di farina zucchero e  tuorli d' uovo
Quando l'impasto e' omogeneo unite la buccia del limone, l'uvetta ben strizzata
e la mela a pezzettini.
Preriscaldate il forno a 150 °.
Ungete una teglia a forma di ciambella . Riempite il contenitore per 2/3 dell'altezza, perche'
 con il calore l'impasto lievita e si rischia che venga fuori se la teglia e' troppo piena.
Quando il forno e' in temperatura inserite la teglia per almeno 45 minuti, poi fate la prova stecchino.

Io preferisco non fare riscaldare tanto il formo e far cucinare di piu' per evitare che la torta
 si bruci e non cuocia bene dentro.

Al termine della cottura , spolverate la ciambella con dello zucchero a velo , e servite da sola o con marmellata e.....buon appetito !!!!!!!!!!!!

Il blog di Kiralo' : Turismo, eventi e manifestazioni

A Torino dal 04/05/2013 al 18/05/2013  presso il " Museo del Carcere Le Nuove " in Via Borsellino, 3  
ci sara' un' importante mostra

C’E’ UN CAMPO GRANDE A VOLTE IMMENSO - MOSTRA DISEGNI DI STUDENTI BRASILIANI





L’associazione Piemont-Europa di Moncalieri, il Gruppo Revigliaschese di Aiuto Missionario e l’associazione Nessun Uomo è un’Isola di Torino promuovono un’esposizione di disegni degli alunni delle scuole statali brasiliane padre Franco Delpiano, Algemiro R. Pimentel e Jorge B. Vieira, presso il Museo del Carcere Le Nuove di Torino dal 4 al 18 maggio 2013. Gli eventi sono a favore dell’Ospedale SãoJulião di Campo Grande, Mato Grosso del Sud. Un’importante struttura ospedaliera che cura gli hanseniani (malati di lebbra) ma non solo, è l’unico presidio sanitario gratuito dell’intera regione. Fondato dal governo brasiliano nel 1941 e presto abbandonato, è stato completamente ristrutturato a partire dalla fine degli anni sessanta del Novecento da due salesiani italiani: suor Silvia Vecellio di Auronzo di Cadore e don Franco Delpiano di Canale d’Alba aiutati dai volontari dell’Operazione Mato Grosso.

Inaugurazione SABATO 4 Maggio ore 10.30
La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle
ore 15.00 alle ore 17.00

Intervenite numerosi !!!



Parlando di me.

Parlando di me.


Non mi piace essere protagonista.

Mi confondo nella folla,

e ogni tanto mi alzo in volo,

come un passero solitario.



(Lory M. maggio 2013)

1° Maggio 2013 - Festa dei Lavoratori ?




In quanti non stanno lavorando ?  Giovani, precari , esodati e tanti che come
me over 40 non hanno piu' la possibilita' di reinserirsi ..............."siamo vecchi".
Intanto in questa paginetta del mio neonato Blog,,  voglio riportare
alcune frasi che mi sembrano significative per una giornata come oggi.......
....domani e' un altro giorno da reinventarsi.

*L' Italia e' una Repubblica Democratica fondata sul lavoro. 
La sovranita' appartiene al popolo che la esercita nei limiti della Costituzione. 
(Art. 1 della Costituzione Italiana)

*Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell' impiego,
a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro e alla protezione contro 

la disoccupazione.  (Dichiarazione Universale dei Diritti umani (art. 23 ) 1948

*Una macchina e' in grado di lavorare piu' di 50 uomini, ma nessuna macchina 
puo' svolgere il lavoro di un uomo straordinario. (Elbert Hubbard)

*Il lavoro e' vita, senza quello esiste solo paura e insicurezza. (John Lennon) 

*Ci sono due categorie di persone fortunate: quelle che hanno trovato 
il proprio lavoro e quelle che non hanno bisogno di trovarne uno . (Giovanni Soriano)


Comunque nonostante tutto.... Buon 1° maggio a tutti !!!